«Quando tu preghi, entra nella tua camera, chiudi la porta e prega il Padre tuo, che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà».

Scritto da Redazione.

Ai piedi del Monte Subasio, tra la grotta di San Francesco e la Cappellina di Santa Maria, il Vescovo ha voluto offrire ai sacerdoti “giovani”, riuniti con Lui per un momento di formazione umana, un pensiero partendo dal capitolo 6 del Vangelo di Matteo. Di seguito l’omelia offerta ai presbiteri che hanno concelebrato l’Eucaristia 

Celebrazione del Corpus Domini. Cantafora: “chi contempla Dio dimentica il proprio egoismo”

Scritto da Redazione.

Chi contempla Dio, chi si nutre di Dio così, dimentica facilmente se stesso e il proprio egoismo e impara a uscire da sé, a non ritenersi più il centro del mondo, perdendosi di vista.” Così il Vescovo di Lamezia Terme Mons. Luigi Cantafora che ieri sera ha presieduto la celebrazione diocesana del Corpus Domini, la Solennità del Corpo e Sangue di Gesù Cristo.

Trame, Diocesi di Lamezia Terme: “Da Gratteri, ingiurioso accostamento catechismo e pedofilia”

Scritto da Don Roberto Tomaino.

 

Un inaccettabile e forzato shakeraggio di frasi calunniose sono state diffuse ieri sera a seguito dell’incontro pubblico con il Dottor Nicola Gratteri, durante la quarta edizione del Festival Trame. I toni utilizzati contro la Chiesa, a proposito di pedofilia e mafia, alla vigilia della visita di Papa Francesco, appaiono in stridente contrasto con tutta l’azione antimafia che la Chiesa a Lamezia Terme vive in prima linea con il suo Vescovo e i suoi preti. Questa Sede Vescovile, pur avendo all’inizio sostenuto lo spirito della manifestazione sin dalla sua prima edizione, oggi con rammarico assiste alla trasformazione di Trame da evento culturale e propositivo per tutta la città, a contenitore per diffondere dichiarazioni ingiuriose contro tutti e tutto senza possibilità di contraddittorio. Parlassero i nostri magistrati, parlassero i nostri carabinieri e poliziotti e i nostri preti sottoscorta, riusciremmo a sentire anche la voce del sangue delle vittime.