Stampa

Padre Pietro Ammendola nuovo Ministro Provinciale dei Cappuccini della Calabria

Scritto da Redazione. Postato in Vita diocesana

conclusione del terzo Capitolo provinciale ordinario dei Frati minori Cappuccini della Calabria, celebrato ad Amantea dal sei all'otto febbraio scorsi, è stato eletto il nuovo Ministro provinciale dei Frati Cappuccini della Calabria. Sarà Fra Pietro Ammendola, nato a Taurianova il 27 maggio del 1972 e ordinato sacerdote il 7 dicembre 1988 a Reggio Calabria, che ha svolto il servizio di guardiano e di parroco in varie comunità cappuccine della Calabria e anche di vicario provinciale. "Accolgo la volontà di Dio nello spirito di san Francesco d'Assisi – ha dichiarato il nuovo eletto – con umiltà e semplicità, con in cuore il desiderio di indicare ai fratelli solo la via di Cristo, come il nostro beato calabrese Angelo d'Acri". Attualmente, Padre Pietro è Guardiano del convento dei Cappuccini di Acri e della Basilica del Beato Angelo. La Curia provinciale ha sede a Lamezia Terme, presso il Convento di Sant'Antonio, dove il nuovo Provinciale si insedierà presto. Padre Pietro Ammendola succede a fra' Giovambattista Urso, che ha guidato i cappuccini calabresi dal 2008, anno di istituzione della nuova Provincia di Calabria nata dall'unificazione delle precedenti province di Catanzaro-Reggio Calabria e Cosenza, al 2017. Insieme al nuovo Ministro provinciale, eletti anche i membri del definitorio provinciale: il vicario provinciale (fra' Giovanni Loria), e i consiglieri provinciali (frate Antonello Castagnello, frate Francesco Donato, frate Ippolito Fortino). Dai frati cappuccini, l'impegno di pregare per il nuovo padre provinciale perché possa servire la comunità dei cappuccini calabresi nello spirito evangelico, sulle orme di Francesco D'Assisi, per dare una testimonianza di fede credibile alla Calabria e alla società del nostro tempo. Da parte del Terz'Ordine francescano secolare di Lamezia, gli auguri al nuovo Ministro provinciale di buon lavoro e di un sereno percorso, illuminato dallo Spirito Santo e dall'esempio della Vergine Maria e dei santi francescani