Stampa

“Nella tua misericordia a tutti sei venuto incontro”!

Scritto da Suor Caterina. Postato in Spazio ai lettori

Dal 21 al 26 maggio, la nostra Diocesi di Lamezia Terme ha celebrato il Congresso Eucaristico, dentro il più ampio respiro della Chiesa italiana che si prepara a vivere lo stesso evento il prossimo settembre a Genova. Con una ricca creatività ed un coinvolgimento di tante persone, chi organizzato il Congresso Eucaristico ha saputo davvero lasciarsi ispirare dall’alto… affinché tutti potessero essere partecipi  e potesse essere un’esperienza viva di Liturgia autentica di Chiesa. Sono state realizzate in Diocesi diverse iniziative, secondo un programma ben strutturato, che hanno davvero aiutato i fedeli a sostare nell’Adorazione, ad attingere nell’approfondimento di questo immenso mistero della Presenza reale di Gesù in mezzo a noi, con il Suo Corpo ed il Suo sangue. Anche la nostra comunità è stata chiamata a collaborare. Pertanto siamo state coinvolte nell’animazione di due tende Eucaristiche, la prima con la pastorale giovanile diocesana  la seconda, la mattina del mercoledì venticinque davanti alle scuole superiori Ragioneria e Liceo Scientifico della città, per i ragazzi che “transitavano” e con alcune classi, in accordo con gli insegnanti. Cosa sono state le tende Eucaristiche? Un’idea bella, molto visibile, vicina, accanto…. di un Dio, che noi conosciamo come Verbo Incarnato che ha posto la sua “tenda” in mezzo a noi! Difatti, il tema del Congresso Eucaristico ha avuto proprio questo richiamo: “nella tua misericordia a tutti sei venuto incontro”! Così sono state allestite in diversi luoghi della città delle vere tende, in cui è stata esposta l’Eucaristia. Sono stati appositamente scelti i luoghi in cui l’uomo si ritrova, si incontra, in cui vive, lavora, studia, soffre, spera ecc… luoghi abitati dall’Umanità e necessariamente dove Dio non può essere assente. Ecco allora la Sua Presenza reale, corporea, incarnata nei luoghi di vita delle persone, dei giovani, delle famiglie, di chi soffre…. all’Ospedale, al mercato, davanti al Municipio, davanti alle scuole, nella piazza del tribunale….Sia fuori che dentro la tenda c’era chi accoglieva, chi aiutava a pregare ed anche un sacerdote disponibile per il sacramento della riconciliazione. Anche noi ci siamo suddivisi per poter andare incontro ai giovani lungo la strada, avvicinarli ed invitarli ad entrare nella tenda dove altri di noi, in un clima di preghiera, attraverso anche il canto e l’ascolto della Parola di Dio, li ha accompagnati ad incontrarsi con l’Amore ardente di Gesù. A Lui l’eterno grazie per averci ancora una volta chiamati ad essere Suoi strumenti per farLo conoscere ed Amare.