Stampa

L'Azione cattolica oggi nella società che cambia

Scritto da Paride Giardino . Postato in Spazio ai lettori

Nei giorni scorsi si è svolto l'incontro regionale dell'Azione Cattolica con la presidenza nazionale rappresentata dal presidente nazionale, Matteo Truffelli, dall'assistente generale, monsignor Mansueto Bianchi, dai vice presidenti Maria Grazia Vergari per il settore adulti, Michele Tridente per il settore giovani, da Teresa Borrelli responsabile nazionale dell'Acr (Azione cattolica ragazzi) e dall'assistente nazionale per il settore giovani don Tony Drazza, un importante momento associativo proposto dal Centro nazionale  per incontrare tutte le realtà diocesane della nostra regione. Il primo appuntamento è stato rivolto esclusivamente al Consiglio regionale ed a tutti i componenti delle presidenze diocesane calabresi, il secondo appuntamento è stato riservato all'incontro della presidenza nazionale con tutti i presidenti parrocchiali ed ai componenti i rispettivi Consigli. È stata una esperienza bella ed opportuna per incontrate persone, provenienti dalle tante parti della nostra bella terra di Calabria, che si donano nelle loro Chiese locali attraverso il servizio concreto svolto nelle Comunità parrocchiali di appartenenza e, per potere apprezzare la bella vita associativa, raccontata dai nostri amici attraverso le loro testimonianze. Abbiamo sentito raccontare come da momenti duri si possono realizzare sogni per gli altri e per noi, pur se con molte difficoltà, ma certamente con la certezza che Qualcuno, nel nostro cammino, ci sostiene sempre. Abbiamo condiviso, in quell'incontro, l’esperienza di coloro che hanno saputo dire “no alle disuguaglianze” e “sì all’accoglienza dei nostri fratelli in difficoltà”, mostrando ancora una volta che “ci sta a cuore” prima di tutto la vita delle persone. Il presidente nazionale soprattutto, ha incoraggiato i Presidenti parrocchiali a non scoraggiarsi e a svolgere con amore e con passione, il loro compito di corresponsabilità, nello sforzo quotidiano di mettere in pratica il programma bello e impegnativo che papa Francesco ci ha affidato con l’esortazione apostolica Evangelii Gaudium, non fermandoci, nelle nostra associazioni,  al “si è fatto sempre così”, ma di accogliere ancora una volta la sfida di gettare le reti (le stesse di prima, con gli stessi pescatori), non affidandoci soltanto alle nostre forze, ma confidando sulla Sua Parola.