Un meritato successo per la rappresentazione teatrale dell’ associazione “La duna di Acquania

Scritto da Cesare Natale Cesareo.

 

 

Teatro un’ esperienza che si ripete ormai da qualche anno ad Acconia ed è sempre come se fosse la prima volta , con quell’ entusiasmo, quella spontaneità e quella freschezza interpretativa, che rendono una serata di teatro, indimenticabile. Uno spettacolo nello spettacolo, sono le terme romane del IV- V sec d.C. , che accolgono come in uno scrigno le centinaia di persone, che attentissime ascoltano, applaudono, ridono, per lo svolgersi della commedia di Eduardo De Filippo “ La fortuna con la F maiuscola” che si snoda tra le tre magiche pareti del palcoscenico. L’ Associazione “La duna di Acquania”  ancora una volta può vantare un meritato successo, che si aggiunge alle altre iniziative culturali che mette in campo. La presidente  arch. Francesca Calabrese, ha saputo creare un gruppo compatto che lavora con tenacia e con slancio, raggiungendo nella rappresentazione teatrale di quest’ anno ottimi risultati. Come non menzionare quanti hanno partecipato da seri “professionisti  di teatro “ alla riuscita della rappresentazione:  Rossella Oscuro e Teresa Michienzi, come ottimi e sensibili registi, altrettanto brava, Anna Maiello aiuto regista. Vale la pena menzionare tutti gli attori che hanno dato tutto loro stessi recitando con passione e calore e trasmettendo al pubblico vibrazioni particolari: Carmen Currado, Annarita Calvieri , Danilo Brizzi ,Vincenzo Trovato, Vittorio Vono, Rita Gallo, Giada Bilotta ,Ivano Colosimo, Rudi Cristiano, Daniela De Caria, Maria Concetta Panzarella , Michela Trovato, Silvana Muscimarro, Nicole Lombardi, Giovanni Cardone, Vito Senese. Per una rappresentazione teatrale all’ aperto, molto importane è sicuramente l’ impianto di amplificazione che ha permesso a tutti di ascoltare in maniera perfetta quanto avveniva sul palco , ma spettacolari sono state le luci multicolori che hanno avvolto le terme donandogli un atmosfera incantata, da sogno; Vittorio Pileggi il regista di questa indimenticabile cascata di colori e di suoni. La speranza, è quella di poter rivedere la simpaticissima commedia, sia per quanto mi riguarda, sia per quanti non hanno potuto assistere alla prima. Cesare Natale Cesareo