·

Educazione e Scuola

Da stamani attività laboratoriali all'Istituto Comprensivo Borrello Fiorentino di Lamezia

Antonio Cataudo · 5 anni fa

Dopo il momento di festa all’istituto comprensivo Borrello-Fiorentino con i trampolieri e giocolieri del Teatrop del 17 settembre e la festa dei nonni del 2 ottobre u.s., in riferimento alle attività di accoglienza sia riguardo le classi prime della scuola primaria e il corpo insegnante della scuola dell’infanzia, sia in merito alla continuità scuola primaria e secondaria, nella mattinata odierna, martedì 22 ottobre 2013, presso la sede centrale dello stesso istituto, diretto da Albino Cuda, è stato inaugurato un percorso di continuità scolastica tra docenti della scuola secondaria di 1° grado e gli alunni della classi quinte. Docenti referenti, Fiorina Muraca e Maria Ruberto.

“Questo percorso –hanno sottolineato le referenti- prevede la frequenza a 4 modalità di attività laboratoriale, a cadenza settimanale e/o quindicinale, dal mese di ottobre 2013 fino al mese di maggio 2014: laboratorio scientifico, con la professoressa Giovanna Di Cello e laboratorio musicale con il professor don Pino Latelli al martedì; poi, laboratorio artistico-espressivo, con il professor Bruno Catanzaro e giochi di geometria con la professoressa Anna Sciallis al giovedì”.

Le docenti referenti hanno indicato anche, tra le premesse di questo percorso, “la necessità di creare una dimensione educativa fiorente e proficua, all’interno della quale, valorizzando le risorse cognitive e affettive di ciascuno, sarà possibile far sbocciare entusiasmo, interesse, coinvolgimento, desiderio di conoscenza, amore per il sapere”.

Mentre per ciò che riguarda le finalità, Fiorina Muraca e Maria Ruberto hanno evidenziato quella di “favorire il più possibile l’inserimento degli alunni nel nuovo ordine di scuola nello stesso Istituto Comprensivo di appartenenza, sviluppando il più possibile il concetto di appartenenza ad un unico nucleo scolastico, innalzando gli standard educativi all’interno della scuola, elaborando strategie unitarie, pianificando interventi esclusivi, particolari, organici e condivisi sulla linea della continuità scolastica (dalla Scuola dell’Infanzia alla Scuola Secondaria e con il coinvolgimento dei corsisti del Centro Territoriale Permanente) e ambientale ( scuola - famiglia - territorio), creando, quindi, reti efficaci tra Istituzioni Scolastiche, Amministrazioni Pubbliche ed Associazioni”.

Infine, tra gli obiettivi prefissati, le docenti referenti hanno individuato la partecipazione “in modo attivo e responsabile alla vita scolastica, sviluppando e arricchendo le potenzialità individuali e la creatività”. E tra gli altri obiettivi: “sviluppare la motivazione allo studio; capire l’importanza della collaborazione e del lavoro di gruppo, e saperlo svolgere con responsabilità, per la crescita cognitiva e socio – affettiva”.

Ancora, quindi, un agli studenti, ma questa volta… nei laboratori!