·

Società

Benedizione della cappella all'Istituto Perri di Lamezia Terme

don Roberto Tomaino · 5 mesi fa

Palloncini bianchi e azzurri nel cielo di Lamezia ad esprimere la gioia e l’allegria dei bambini e la soddisfazione di genitori ed insegnanti a conclusione del progetto “Custodiamo la bellezza: la Cappellina della Scuola”, realizzato dagli alunni della classe prima E della Scuola Primaria “Maggiore Perri”.

Il progetto prevedeva l’espletamento delle attività per il ripristino e la valorizzazione della Cappellina del parco Francesco Bevilacqua, che ormai da tempo aveva subito un evidente degrado a causa degli agenti atmosferici.

I piccoli alunni, dopo averla scoperta e visitata, avevano mostrato curiosità e nel contempo il desiderio spontaneo di non lasciare la Madonnina nella polvere, fra foglie, erbacce e piante secche..

Nasce così la proposta delle insegnanti Antonietta Gigliotti e Maria Grazia Muraca, accolta con entusiasmo dai bimbi e dai genitori, di adoperarsi per donare splendore e nuovo decoro ad un bene artistico e religioso appartenente a tutta la comunità, cogliendo la bellezza nascosta nei luoghi del quotidiano per poi condividerla, valorizzarla, custodirla.

L’iniziativa, coerente con la tematica del PTOF ”La scuola salverà la bellezza” che caratterizza l’impegno della comunità educativa dell’I.C. Perri-Pitagora, la quale “…attraverso la conoscenza, la tutela del patrimonio artistico e culturale, con la collaborazione con le famiglie si propone di formare “buoni cittadini”, portatori di valori universali, esempi di legalità, aperti al dialogo, ai processi di integrazione, ad una cultura “ecologica” di veri Custodi della nostra Terra…”, è stata fortemente sostenuta e supportata dalla Dirigente Scolastica, dottoressa Teresa Bevilacqua, che si è costantemente adoperata per renderne più agevole la realizzazione.

Nelle attività di ripristino inizialmente sono stati coinvolti solo i bambini; successivamente vi è stato il contributo entusiastico di quasi tutti i genitori che hanno espletato i lavori più complessi e, con grande collaborazione, senso civico, profondo impegno e abnegazione si sono occupati di svolgere, insieme ai loro figli, lavori di pulizia, tinteggiatura, verniciatura, giardinaggio, cucito, ricamo… .

Il progetto ha promosso la libertà creativa ed espressiva dei bambini e, nel contempo, li ha sensibilizzati al rispetto delle persone e dell’ambiente, dei beni artistici del territorio ed alla condivisione delle tradizioni culturali; inoltre il lavorare insieme, genitori e figli, ha agevolato una maggiore integrazione e collaborazione tra le famiglie.

Completati i lavori, una bellissima festa si è tenuta il 30 maggio alla presenza del Dirigente Scolastico, di S.E. il Vescovo Monsignor Cantafora, di S.E. dottor Alecci, Commissario Straordinario del Comune di Lamezia Terme. degli alunni delle classi prime, dei genitori e delle insegnanti.

Gli alunni hanno eseguito due canti: la suggestiva “Ave Maria dei Piccoli” ed un gioioso inno alla Pace. Hanno poi illustrato le attività realizzate e documentate anche attraverso alcuni cartelloni.

Una festa nella quale parole come: partecipazione, inclusione, bene comune, tradizioni culturali e religiose, rispetto e tutela del patrimonio, riciclo, creatività, consapevolezza, cittadinanza attiva, senso di responsabilità, progettualità, competenze, buone pratiche, buona scuola hanno assunto un significato concreto che si rispecchia nei volti dei bambini, nell'orgoglio dei loro genitori, nella soddisfazione delle insegnanti e nei sorrisi di tutti i presenti.

Una festa che ha visto la prestigiosa presenza di Monsignor Cantafora, il quale molto amabilmente, è intervenuto benedicendo la Cappellina ed intrattenendo i presenti con notazioni storiche e religiose; l’autorevole partecipazione del dottor Alecci che ha avuto parole di plauso per l’operato della Dirigente Scolastica, sottolineando l’importanza di queste iniziative di educazione alla cittadinanza consapevole che la scuola nel suo insieme promuove.

La dottoressa Bevilacqua nel suo intervento ha apprezzato l’intero progetto che ha inteso attuare praticamente la continuità scuola famiglia per rendere attiva, inclusiva e partecipata l’esperienza dei bambini, dei genitori e delle insegnanti e che ha consentito di raccogliere, infine, splendidi frutti del lavoro svolto.

“La magia di tornare bambini”. Così la rappresentante di classe, dottoressa Rossana Chirumbolo, ha espresso il sentimento provato dai genitori, ricordando gli indimenticabili momenti, la travolgente allegria e ed il dinamismo che hanno caratterizzato tutti gli incontri.

Educare all’impegno, educare con l’esempio: la sinergica collaborazione fra insegnanti, genitori ed alunni ha rappresentato una modalità di intervento positivo; la scuola infatti, traccia un percorso condivisibile, sollecita l’impegno dando l’esempio. è stato davvero bellissimo vedere i papà e le mamme coinvolti in attività insieme ai loro figli, osservare come, con il contributo di tutti, la Cappellina della Madonnina cambiava aspetto illuminando e rallegrando il cortile con un tripudio di fiori e colori e scorgere lo stupore negli occhi dei bimbi.

Insieme si può fare davvero tanto, iniziando da piccole cose per poi occuparsi di quelle più grandi, così come hanno fatto notare gli orgogliosi Piccoli Custodi della Cappellina nel loro intervento.

Insieme si può fare ancora di più, propongono ancora i laboriosi genitori.

Palloncini bianchi e azzurri nel cielo di Lamezia…. e dopo tanto impegno il parco torna ad essere il luogo dove i bambini gioiosamente si rincorrono dopo aver apprezzato il meraviglioso buffet allestito dalle mamme e dai papà.

Antonietta Gigliotti