·

Educazione e Scuola

Prevenzione droga – Paolo Stucchi Incontra i ragazzi della scuola media

Antonio Cataudo · 6 anni fa

Secondo incontro a Curinga di Paolo Stucchi, questa volta con i ragazzi della scuola media,dopo l’incontro dell’altro ieri nella sala consiliare del comune e dopo la mattinata di ieri dedicata alle scuole di San Pietro a Maida che si sono riunite nel teatro comunale. L’incontro con i ragazzi delle seconde e terze dell’Istituto Comprensivo statale di Curinga si è svolto nell’aula magna sella scuola , dopo un’introduzione della dirigente scolastica Prof. Natalja Maiello, che ha voluto puntualizzare che quest’incontro fa seguito ai programmi di conoscenza e di divulgazione delle molte problematiche della nostra società;

(ricordiamo per inciso alcuni temi affrontati: della legalità, con il Magistrato Nicola Gratteri, in prima linea contro la mafia, il problema anoressia con Mary Gatter Prima Ballerina della Scala, ecc…ecc…) Il relatore Paolo Stucchi ha iniziato il suo intervento parlando delle varie droghe e dipendenze esistenti con dovizia di particolari e le conseguenze deleterie che sostanze come il tabacco l’alcol e la cannabis provocano nell’organismo e nella psiche. L’esperienza personale del relatore ha catalizzato il giovane uditorio, già molto attento durante la proiezione di alcuni spot sulle conseguenze delle dipendenze dall’alcol e da sostanze stupefacenti. Un incontro durato oltre due ore che ha realmente fatto comprendere le false leggende metropolitane e ingannevoli affermazioni sulla non pericolosità della cannabis, ma la reale pericolosità di droghe cosiddette naturali e sintetiche, analizzandone gli effetti e le conseguenze nefaste. Paolo Stucchi al termine dell’applauditissimo incontro ha affermato che l’unico e il principale contrasto alla droga siamo solo noi, con il nostro no deciso, con le nostre scelte giuste, per non farci trascinare nel dolore, nella disperazione, nella violenza da venditori di morte che guadagnano sulla nostra distruzione fisica e morale.

Cesare Natale Cesareo