·

Parrocchie news

Il Carmine a Curinga , una festa di là delle parole .....

Paolo Emanuele · 6 anni fa

Concluse le celebrazioni per il 16 luglio, come sempre, ma quest’anno in maniera particolare la devozione della gente si è manifestata nel seguire la novena con assiduità e profonda partecipazione. Il padre predicatore Padre Franco Granata ha sicuramente catalizzato l’attenzione dei fedeli costruendo, sera dopo sera un percorso mariano che ha avuto l’epilogo sera del 16 quando la statua della Beata Vergine del Monte Carmelo, dopo la processione per le strade cittadine, è stata poggiata sul palco in Piazza San Francesco.

Padre Franco Granata ha invitato tutti a rinnovarsi e per riuscire a vedere nel bellissimo volto della Madonna quel velo di tristezza , quel sorriso accennato , quello sguardo benevolo ed anche quel bimbo stretto a sé e quel ventre ancora gonfio. Immagini della nostra vita fatta di gioie, di tristezze, di compassione, immagine della rinnovata maternità di tutta l’umanità e la consapevolezza di offrire Suo Figlio al mondo per la salvezza di tutti.

Una festa , che al di là delle parole e delle manifestazioni continua da sempre ad emozionare, a coinvolgere ed a unire Curinga intorno alla Vergine Maria.

Il Priore Giovambattista Panzarella, la confraternita , il terz’Ordine Carmelitano con la sua Presidente Antonia Mancari e il parroco don Pino Fazio, hanno fatto di tutto per rendere questo 16 luglio un momento di alta spiritualità, come nella tradizione carmelitana.