·

Cultura e Società

Don Pino Latelli segnala un caso di buona sanità in una casa di cura lametina

Paolo Emanuele · 6 anni fa

Oggi, è quasi diventato un luogo comune, parlare in negativo degli ospedali, delle scuole e di altri servizi pubblici sottacendo quelle positività , che forse saranno poche, ma pur presenti in Calabria e che potrebbero essere punto di riferimento e di speranza per quei casi considerati generalmente di difficile soluzione.

Ogni tanto viene alla luce qualche episodio degno di considerazione come quello di buona sanità di cui si è resa protagonista una persona della comunità di Platania ricoverata nel reparto di Chirurgia Generale della Casa di Cura Michelino di Lamezia Terme. Un caso, dunque, di buona sanità che il parroco di Platania, don Pino Latelli, insieme alla famiglia del degente, ha ritenuto opportuno rendere noto in quanto si inquadra in quella che dovrebbe essere la normalità nel porre al centro dell’attenzione sanitaria la persona malata curandone non solo il fisico ma anche la psiche mediante la vicinanza, l’affetto, la buona accoglienza. Tale attesa si è tradotta in realtà nella Casa di Cura “ Villa Michelino” , reparto Chirurgia Generale, dove è stato riservato un eccellente trattamento ad un membro della Comunità di Platania di cui il parroco don Pino Latelli sente la necessità di parlare. «Entrando nella Casa di Cura - afferma don Pino Latelli - sono rimasto favorevolmente colpito dalla calorosa accoglienza sia nella fase di pre-ricovero e sia durante il ricovero del mio parrocchiano. Nelle fasi del delicato intervento chirurgico, con i familiari abbiamo riscontrato nell’eccellente ed esperto primario Sebastiano Iannini e nella dottoressa Luisa Spinelli, professionalità, competenza e disponibilità unite a umanità e gentilezza. Devo aggiungere - continua - che tutto il reparto è ben strutturato, accogliente e pulito e che può essere considerato ‘un’oasi di buona sanità’”. La positiva impressione della Casa di Cura da parte del sacerdote don Pino Latelli nasce dalla considerazione che «soprattutto oggi si avverte la necessità di quella “compassione” che fu di Gesù di fronte ad ogni dolore umano», che può essere comparata al comportamento del personale medico e paramedico della Clinica Villa Michelino che affianca alla competenza professionale nell’ambito sanitario la vicinanza al malato insieme a quella ricchezza di umanità che ispirava la frase di San Camillo de Lellis secondo la quale ci dovesse essere il “cuore nelle mani” di chi si avvicina al malato. Con la speranza che in futuro in Calabria, troppo spesso sale alla ribalta per le sue criticità , siano segnalate sempre più le positività, rivolgo - conclude il parroco di Platania - a nome mio e di tutta la famiglia della comunità platanese un ringraziamento a tutto il personale medico e paramedico del reparto di Chirurgia della Casa di cura “Villa Michelino” di Lamezia Terme».