·

Chiesa

Come fare un buon esame di coscienza nell'anno della Misericordia?

Gigliotti Saveria Maria · 3 anni fa

Per analizzare profondamente le azioni che abbiamo compiuto dall’ultima confessione, alcune volte può risultare utile aiutarsi con un questionario che ci permetta di giungere in quegli angoli intimi della coscienza che possono passare inosservati.

Il mio atteggiamento e le mie azioni o omissioni nei confronti di Dio:

Credo davvero in Dio o confido maggiormente in stregonerie, amuleti, superstizioni, oroscopi o “energie” yoga, reiki, controllo mentale, feng shui, energie con pietre, quarzi, colori?

Amo Dio al di sopra di tutte le cose o amo di più le cose materiali?

Ho avuto come priorità nella mia vita il denaro, le cose materiali, il mio potere giuridico, l’apparenza, accantonando il dominio di DIO nella mia vita?

Vado a Messa la domenica e cerco di riposare quel giorno per dedicarlo completamente a Dio?

Mi confesso e mi comunico spesso? Ricordate che per comunicarsi bisogna aver fatto una buona confessione. Se ci si comunica in condizione di peccato ci si sta condannando da soli, visto che ci si sta burlando del Corpo di Gesù.

Mi dedico alla preghiera, intesa come un dialogo intimo con Dio?

Ho usato il nome di Dio senza rispetto? Chiedo aiuto alla Madonna e allo Spirito Santo?

Difendo la Chiesa e i suoi rappresentanti?

Il mio atteggiamento e le mie azioni o omissioni nei confronti degli altri:

Tratto bene i miei familiari?

Cerco di renderli felici o voglio che si faccia come dico io?

Li rispetto o li maltratto?

Tratto bene gli altri?

Sono giusto con tutti?

Aiuto i bisognosi?

Ho ucciso, rubato o mentito?

Ho danneggiato qualcuno?

In genere parlo o penso male degli altri?

Il mio atteggiamento e le mie azioni o omissioni nei confronti di me stesso:

Lotto per essere migliore ogni giorno?

Ho controllato il mio carattere?

Ho rispettato il mio corpo e quello altrui?

Ho allontanato dalla mia mente i cattivi pensieri?

Sono stato fedele nel mio matrimonio?

Sono stato leale nei confronti dei miei amici?

Provo invidia per gli altri, per quello che sono o per quello che hanno?

(da Aleteia)