·

Cultura e Società

Salute e Migrazioni. Quale cura per la mobilità?

redazione · 8 anni fa

All'interno delle strutture sanitarie italiane sta crescendo il numero di persone straniere bisognose di ospedalizzazione, in particolare per esigenze legate alla gravidanza o ai problemi dell’infanzia, oltre che visite ambulatoriali o nel pronto soccorso. La malattia, per il migrante, rappresenta un’ulteriore complicazione che si aggiunge ad altri problemi di ordine economico, sociale e culturale. La missione del volontario e dell’operatore pastorale è di praticare il Vangelo della prossimità, cercando di affrontare creativamente le sfide, che includono la diversità di lingua, cultura e religione.

L’incontro che l’Ufficio regionale per la Pastorale della Salute e la Fondazione Migrantes Regionale vogliono proporre cercherà di esplorare il vissuto e le domande dei partecipanti e delineare atteggiamenti da coltivare nei confronti degli stranieri che vivono l’esperienza della vulnerabilità, nel contesto della loro appartenenza ad un’altra razza, Paese e religione.

Programma:

Salute e Migrazioni. Quale cura per la mobilità?

Centro Pastorale Diocesano - Parrocchia del Rosario

Lamezia Terme

26 marzo 2012 - Programma

h. 16:00 Saluto e preghiera iniziale

S.E. Mons. Luigi Cantafora, Presidente Commissione CEC Salute e Carità

h. 16:15 Introduzione

Don Bruno Di Domenico, Direttore Regionale Fondazione “Migrantes”

h. 16:30 Prima relazione

Mobilità e accesso alle cure: approccio socio-antropologico

h. 17:15 Seconda relazione

Salute e Migrazioni

Dibattito

18.00 Conclusioni

Don Antonio Martello, Direttore Ufficio Regionale per la Pastorale della Salute