·

Notizie

Ricondurre questa città, dalle piccole cose, al rispetto delle regole. Bilancio 2015 per la Polizia Municipale.

Cesare Natale Cesareo · 4 anni fa

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – “Ricondurre questa città, dalle piccole cose, al rispetto delle regole per diventare città attrattiva e garantire la tranquillità di chi vuole venire a Lamezia a trascorrere qualche ora come, ad esempio, il sabato sera”. Così il sindaco di Lamezia Terme, Paolo Mascaro, nel corso della conferenza stampa convocata dal comandante Salvatore Zucco per presentare il bilancio 2015 dell’attività della Polizia municipale che, pur tra mille difficoltà, dovute alla carenza della dotazione organica (cinquanta unità per una città di oltre settantamila abitanti), ha operato molto sulla prevenzione oltre che sulla repressione con l’inflizione di sanzioni pari a 600mila euro di incasso.

E, ad evidenziare il “cruccio maggiore” che è il personale è lo stesso Zucco, rientrato da settembre al comando del Corpo dei vigili urbani, dopo due anni durante i quali era stato delegato ad altre mansioni dalla precedente amministrazione comunale, che parla di “forti carenze, in quanto Lamezia dovrebbe avere almeno ottanta unità”, rimarcando che dei due sottufficiali in servizio uno a breve andrà in pensione e che dei 47 sottufficiali e truppa “21 non possono effettuare attività esterna per problemi di salute”. Questo, afronte di un’attivitàè che vede impegnata la polizia municipale su un territorio vasto, che comprende una zona montana ed una marina oltre che l’aeroporto “dove quotidianamente sono in servizio due vigili urbani” e la stazione ferroviaria.

Nonostante questo, però, così come rimarcato dal vice comandante Aldo Rubino, la Polizia municipale di Lamezia ha svolto anche attività di prevenzione specie con le scuole e che sta lentamente portando ad avere un “senso civico. Ad esempio – ha raccontato – durante alcuni controlli nello scorso fine settimana, ci sono state persone che ci hanno espressamente chiesto di essere sottoposte all’alcol test e ad altri tipi di controlli prima di mettersi alla guida dei veicoli. Questo per noi è un dato importante perché si comprende che il nostro messaggio sta raggiungendo i cittadini”.

Tra i dati forniti vi è quello degli incidenti stradali: nel 2015 ne sono stati rilevati 251, di cui 83 con lesioni e tra questi tre in prognosi riservata ed uno mortale. Dati, che sarebbero in calo rispetto al 2014 mentre in aumento ci sono le sanzioni per la mancanza dell'uso della cintura di sicurezza o del non rispetto dei limiti di velocità “riscontrati in modo particolare di mattina quando si accompagnano i figli a scuola”.

Non meno importante l’attività inerente i reati ambientali che ha portato alla individuazione di una discarica di eternit di 350 metriquadrati “dando un volto – ha dichiarato Zucco – a chi l’ha effettuata anche se su questa vicenda abbiamo riscontrato un’aurea di omertà che, però, non ha fermato il lavoro certosino degli agenti che ci ha portato ad identificare il responsabile”.

Altri controlli hanno riguardato la lotta all’abusivismo che sarebbe in calo e il settore commerciale che è stato oggetto di controlli ed ispezioni a tappeto in quanto “chi opera al di fuori di ogni norma – ha tenuto a precisare Zucco – ‘droga’il mercato”. Altre verifiche hanno riguardato gli alloggi Aterp che, sulla carta risultavano esserne disponibili 114 disponibili mentre nella realtà ce ne erano solo quattro in quanto alcuni occupati abusivamente.