·

Cultura e Società

Curinga- Festa degli alberi 2015

Paolo Emanuele · 4 anni fa

Con l’arrivo della primavera il paesaggio si risveglia i prati rinverdiscono gli animali sbocciano alla vita la temperatura si fa più tiepida, il sole allunga il suo giro tra le nuvole sparse la natura si da un gran da fare per vestirsi di nuovo. Ed è proprio da quel il 21 marzo 1949, primo giorno di primavera, che si è voluto festeggiare la festa degli alberi. Gli alberi essenziali per la vita essenziali per l’equilibrio di questa bolla d’aria che vaga nell’universo . Il rispetto degli alberi è legato al rispetto della natura e alla sopravvivenza di tutte le specie viventi. .Non servono grandi parole lunghi discorsi per capire che ogni oltraggio che facciamo alla natura è un passo verso il baratro . Penso ai agli sconsiderati gesti di chi con troppa insensatezza deturpa l’ambiente buttando la spazzatura nei posti più impensati. Un boomerang che prima o poi si ritorcerà contro di noi. Quante malattie nuove, frutto dell’incoscienza di chi inquina di chi sotterra rifiuti pericolosi, che come fantasmi ci perseguiteranno per secoli . Quindi rispetto della natura, rispetto degli alberi, rispetto dell’uomo .

Vorrei allegare a queste poche righe alcune foto drammatiche di alcune palme che colpite dal punterulo rosso sono morte. Immaginate tutte le palme di Curinga ridotte così che degrado paesaggistico sarebbe per il nostro fragile territorio. Inoltre un documentario da vedere e da meditare, per renderci conto su quello che l’uomo è capace di fare pur di sfruttare la natura indiscriminatamente e tararne un profitto immediato.

Cesare Natale Cesareo