·

Movimenti e Associazioni

RITIRO DIOCESANO DI QUARESIMA ACR E ADULTI DI AZIONE CATTOLICA

Redazione · 5 anni fa

RITIRO DIOCESANO DI QUARESIMA ACR E ADULTI DI AZIONE CATTOLICA

Lo scorso primo marzo, nella parrocchia della B.V. del Rosario di Lamezia Terme, abbiamo vissuto un intenso momento associativo, il ritiro quaresimale per i piccoli dell’ACR, accompagnati dai loro genitori e per gli adulti di Azione Cattolica.

Come ci esorta Papa Francesco: "La Quaresima…è un tempo propizio per mostrare questo interesse all'altro con un segno, anche piccolo, ma concreto, della nostra partecipazione alla comune umanità", per questo la Presidenza Diocesana di Azione Cattolica, ha scelto di unire i due settori dell’Associazione, proprio come una famiglia, per meditare sul grande mistero che è Dio, in Gesù rivelato pienamente come Amore.

«Non abbiamo mai visto nulla di simile!»….questo lo slogan scelto dall’equipe AC, tratto dal Vangelo di Marco, abbiamo meditato “la guarigione del paralitico”, liberazione da ciò che ci paralizza nel nostro cammino umano e cristiano, vedere Gesù che si prende cura di chi è malato.

In pieno stile ACR, gioiosa e coinvolgente l’accoglienza preparata dagli educatori, dai nostri Assistenti e dalla Presidente Cinzia Calignano, a partecipare più di 160 tra adulti e bambini provenienti dalle molte parrocchie della diocesi.

Uniti nella preghiera iniziale, curata da Don Maurizio Mete nostro Assistente unitario AC, siamo entrati nel vivo del ritiro con la semplice, ma profonda meditazione di Don Angelo Cerra, assistente diocesano ACR.

Fondamentali poi le attività svolte nei gruppi di lavoro, l’ACR ha diviso di ragazzi per fasce d’età in tre gruppi: i 6/8 anni con attività sul “Peccato”, i 9/11 sulla “Fede creativa” e i 12/14 sui “Barellieri, portare il peso degli altri”.

Anche gli adulti hanno avuto modo di approfondire e condividere le provocazioni suscitate dal brano del Vangelo, divisi in tre gruppi (la Fede, il Paralitico e i Barellieri) accompagnati da Don Angelo, da Suor Elisabetta Torini (che ringraziamo per il prezioso aiuto che da al settore adulti AC della diocesi) e dai vicepresidenti adulti AC.

A conclusione del meraviglioso momento vissuto, la Santa Messa presieduta da Don Angelo, il quale invitandoci a proseguire con fede il nostro cammino verso la Pasqua, ci richiama alla responsabilità di cristiani, in questo nostro tempo abbiamo il dovere di testimoniare che il vero miracolo da realizzare è quello di praticare l’amore, proprio come quei quattro barellieri hanno fatto verso il paralitico.

Tonia Rizzo e Adriana Gaetano