·

Cultura e Società

Curinga- Presentazione del libro "Maledetto sud" di Vito Teti

Paolo Emanuele · 5 anni fa

“Maledetto sud”, Sudici. Oziosi. Lenti. Un viaggio attraverso gli stereotipi che ci si attribuisce e dai quali spesso restiamo intrappolati e ci crogioliamo in un senso di impotenza e di atavica rinuncia a reagire pur potendo dimostrare il contrario. La gente del sud, come è emerso dall’interessantissima presentazione del libro del prof. Vito Teti ad Acconia di Curinga promossa dalla associazione “La Duna di Acquania” con la sua presidente arch. Francesca Calabrese e introdotta con una profonda riflessione dal prof. Piero Monteleone, è tutt’altro che oziosa e lenta ,ma dedita alla fatica quotidiana ininterrotta, giorno dopo giorno, anno dopo anno, generazione dopo generazione. Concezioni che vengono da un passato lontano, ma che spesso si ripropongono e si attualizzano come per affermare superiorità immaginarie,che dimostrano soltanto incapacità al sentirsi parte di un tutto e avere un approccio chiaro con la realtà. Indubbiamente colpe, se di colpe si può parlare, coinvolgono anche noi nel non saper uscire da certi schemi e da certe comode interpretazioni, da certe autoassoluzioni, da certi peccati di omissione, da certe errate concezioni di percepire la legalità.

“Maledetto Sud” Sudici. Oziosi. Lenti . Un viaggio nel nostro essere italiani di una patria sparsa nel mondo.

Cesare Natale Cesareo